alice lifestyle leonardo marcopolo

Ho avuto il piacere di conoscere il mastro Jef Versele, eccellente sia come birraio sia come affabulatore, capace di raccontare le sue birre tanto da incuriosire anche i più ostinati astemi.

L’occasione è stata una degustazione delle birre St. Stefanus, di cui Jef è ultimo artefice. Il birrificio della famiglia Van Steenberge è l’unico birrificio rimasto nella regione delle Fiandre Orientali, alle porte della città di Gand, attivo da più di settecento anni. La ricetta originale fu prima prodotta dai monaci del monastero Sint Stefanu, poi passata alla famiglia di birrai Van Steenberge.

La particolarità di questa birra sta nell’utilizzo di tre diversi lieviti e dell’alta fermentazione e in seguito ricondizionata in bottiglia. La birra esce dalle cantine del birrificio dopo una maturazione che va dai tre mesi ai diciotto, con la più giovane sul palato arriva prima il tocco dolce del caramello, per finire poi con il sapore deciso ed aspro del luppolo. In quella di diciotto mesi il sapore è più complesso: una birra da “meditazione”.

La degustazione ha ottenuto risultati eccellenti tutti i presenti sono rimasti entusiasti sia della birra sia di aver avuto l’opportunità di conoscere Jef.

Marco Rossetti

St. Stefanus, la birra dai tre lieviti ultima modifica: 2013-07-18T16:45:04+00:00 da