alice lifestyle leonardo marcopolo

Parente stretto del nostro babà (sulla cui paternità litigano da sempre francesi e napoletani), il savarin è indiscutibilmente francese e non è altro che un grande babà al ruhm a forma di ciambella il cui nome è legato al celebre gastronomo francese Brillat-Savarin

Viene servito generalmente con una farcitura di crema e imbevuto di sciroppo a base alcolica.

E’ una autentica delizia che vi farà fare certamente un figurone con i vostri ospiti.

Per prepararlo munitevi di uno stampo a forma rotonda, col buco nel mezzo, convesso alla parte esterna e di capacità doppia del composto che deve entrarvi

Noi ve ne proponiamo una versione originale al té alla pesca e chantilly alla vaniglia, firmata dal maestro pasticcere Luca Montersino.

Ingredienti

per l’impasto del babà:

400 g farina 400 w (ps)

160 g di burro

40 g di zucchero semolato

20 g di lievito di birra

8 g di sale

400 g di uova intere

per la bagna al tè alla pesca:

350 g di tè alla pesca

350 g di succo di pesca

350 g di zucchero liquido al 70%

5 g di buccia di limone

2 g di cannella in stecche

per la finitura:

200 g di crema chantilly alla vaniglia

200 g di frutta fresca mista

100 g di gelatina neutra

anice stellato

Preparazione

Per l’impasto babà: impastate la farina in planetaria con la foglia a velocità sostenuta, insieme allo zucchero, metà delle uova e il lievito; quando l’impasto è ben liscio incorporate poco alla volta le altre uova e infine il burro morbido

Completate l’impasto con il sale.Versate l’impasto nello stampo a forma di savarin; lasciate lievitare fino a raddoppiare il volume, quindi infornate a 180 °C per circa 15-20 minuti

A fine cottura togliete dallo stampo e fate raffreddare.Preparate la bagna al tè: in un pentolino versate il tè alla pesca, il succo di frutta, lo zucchero liquido, la buccia di limone e la cannella, mescolate, ponete sul fuoco e portate a una temperatura di 70 °C, quindi lasciate raffreddare.Inzuppate il savarin nella bagna al tè (Step 1) mettetelo sopra una griglia a scolare (Step 2), e infine gelatinatelo con la gelatina neutra (Step 3).Riempite il foro del savarin con la crema chantilly alla vaniglia (ep 4), guarnite con la frutta fresca a piacere e decorate con l’anice stellato.

Savarin al te’ alla pesca con chantilly alla vaniglia ultima modifica: 2013-03-06T19:56:21+00:00 da