alice lifestyle leonardo marcopolo

Le proprietà del miele: è uno degli alimenti le cui proprietà salutari sono già note da migliaia di anni. Proprietà di cui, del resto, è particolarmente ricco. Infatti il miele viene usato in moltissimi contesti e da moltissimo tempo con risultati più che soddisfacenti

Per millenni è stato l’unico dolcificante di cui l’uomo ha potuto disporre e ad esso è sempre stata accordata enorme importanza tanto da venire considerato, dalla mitologia greca e romana “cibo degli dei”. Vediamo in seguito le mille proprietà di questo favoloso alimento.

Cos’è il miele

Il miele è una sostanza prodotta dalle api a partire dal nettare dei fiori. Le api raccolgono il nettare, lo disidratano per evitare che fermenti e vi aggiungono degli enzimi. Infine lo depositano nei favi per l’immagazzinamento.
Va precisato che non tutti i tipi di miele sono originati dal nettare dei fiori, infatti, esistono delle eccezioni come per esempio il miele di quercia che è prodotto a partire da delle secrezioni della pianata. Le caratteristiche organolettiche del miele variano a seconda della specie di piante dalle quali le api succhiano il polline, dalla stagione di raccolta, dall’ambiente territoriale e dal clima.

Proprietà e benefici del miele

Fin dall’antichita’, grazie alle numerose sostanze che lo compongono, il miele è stato considerato utile nella prevenzione e nella cura di numerose malattie: veniva usato come equilibrante del sistema nervoso, per placare l’insonnia, regolare l’intestino e aiutare la digestione; era considerato di valido aiuto per ottenere la cicatrizzazione piu’ rapida delle ferite ed era consigliato a chi avesse problemi alle vie respiratorie o disturbi cardiocircolatori.
Dopo essere stato trascurato per un periodo a causa della scoperta dello zucchero, si è tornati ad apprezzare le sue virtu’ terapeutiche, tra le quali l’azione sul metabolismo, sul sistema nervoso, sullo stomaco, sull’intestino, sull’apparato respiratorio e sul cuore.

Data la sua nota ricchezza di vitamine, minerali ed aminoacidi, ad oggi è un forte alleato nella cura della tosse e dei raffreddori invernali; il consiglio della nonna: una tazza di latte caldo col miele è un ottimo rimedio per superare al meglio un raffreddore o un’influenza.
Questo delizioso mezzo terapeutico ha anche la capacita’ di favorire la crescita e lo sviluppo muscolare (basti pensare alle virtu’ ricostituenti della pappa reale) e cio’ lo rende consigliabile nella dieta dei bambini, che ne trarranno grande beneficio.
Ricordandone poi la facile digeribilita’ ed assimilazione, dovrebbe essere considerato un alimento quasi indispensabile per le persone anziane e i malati.

L’immediato apporto nutritivo e calorico lo rendono utile a chiunque sia soggetto a notevoli sforzi o pratichi uno sport; nutrendosene regolarmente, si otterra’ il vantaggio di irrobustire il corpo e ricavarne poi quell’immediata energia necessaria a svolgere un’attivita’ fisica.
Molto apprezzato anche in cucina e in pasticceria, dove è usato per addolcire bevande e infusi, o per preparare dolci come i biscotti e semifreddi e per dare un sapore agrodolce ai piatti salati e alla carne. Gli abbinamenti più insoliti sono con il formaggio, in particolare con quello stagionato e con le verdure.

La conservazione del miele

Affinchè conservi inalterate le sue preziose caratteristiche biologiche, il miele deve essere estratto dai favi “a freddo”, per semplice centrifugazione e senza alcun trattamento termico (oltre i 45 gradi infatti inizia a denaturarsi); va quindi filtrato e lasciato decantare in appositi recipienti, ovvero introdotto in vasi di vetro dove, dopo un certo tempo, inizia a cristallizzare.Ciò ci fa dedurre che in realtà la sua cristallizzazione non è segno di deterioramento, ed avviene in misura e tempi diversi a seconda del tipo di miele.

Per eliminare questa caratteristica, se non fosse gradita, non bisogna fare altro che mettere il barattolo di miele in acqua calda, che non deve però superare i 45 gradi, per non rovinare le caratteristiche del prodotto.
La conservazione del miele non crea normalmente problemi, è un alimento che resiste a lungo e non diventa mai tossico.

Tipologie di miele

I mieli migliori come qualità sono senz’altro quelli Italiani, certificati in etichetta, per distinguerli da quelli di importazione, senza dubbio di qualità inferiore.

Vi sono diversi tipi di miele che, pur presentando caratteristiche comuni, si differenziano tra di loro per il colore, il profumo, la densita’ e le caratteristiche peculiari assicurate dai differenti tipi di polline impiegati. I piu’ comuni sono:

Miele di acacia

Ricco di sali, di ferro e di calcio, e’ limpidissimo, di colore chiaro ed il suo sapore e’ particolarmente delicato. Ha proprieta’ ricostituenti, e’ un ottimo disintossicante del fegato ed e’ particolarmente valido contro le irritazioni della gola.

Miele d’arancio

Di colore molto chiaro, il miele d’arancio ha un profumo intenso e un aroma delicato. È un miele ricco di vitamina B12 e svolge un’azione benefica per il cuore ed il fegato. Il suo uso viene consigliato per curare l’insonnia, aggiunto alle tisane.

Miele di castagno

Di colore scuro, ha sapore molto forte, che tende all’amaro. Ricco di ferro, stimola la produzione dei globuli rossi ed è quindi da considerare un ottimo ricostituente. Combatte la tosse e viene consigliato a chi soffre di ulcere.In cucina è ottimo come abbinamento ai formaggi.

Miele di tiglio

Dal colore giallognolo tendente al bianco, il miele di tiglio è molto profumato ed il suo uso e’ consigliato per vincere le emicranie, il nervosismo, l’insonnia e la dismenorrea.

Miele di girasole

Dal colore chiaro e dal profumo delicatissimo, il miele di girasole è consigliato come antinevralgico, diuretico e astringente.

Miele di eucalipto

Dal colore ambrato, ha un sapore molto forte e particolare. Le sue note proprieta’ balsamiche combattono raffreddori, bronchiti e raucedini.

Miele di trifoglio

Dal colore bianco e dall’odore delicato, ha caratteristiche energetiche, quindi e’ adatto a chi deve sottoporsi a sforzi.

Miele di lavanda

Di colore ambrato e di sapore delicato e aromatico, il miele di lavanda ha caratteristiche analgesiche, antisettiche e battericide. Ottimo per l’insonnia e come antidolorifico per ferite e punture di insetti.

Miele di timo

Dal colore chiaro e dall’aroma intenso, il miele di timo disseta se aggiunto ad acqua e limone. E’ anche prezioso come disinfettante bronchiale ed intestinale

Miele di rosmarino

Di colore biancastro e dall’odore molto delicato, il miele di rosmarino è un miele dalle innumerevoli capacità curative: è di aiuto agli anemici, ai colitici, ai nevrastenici.

Miele di mandorle

Dal colore chiaro e dal profumo intenso, viene usato come regolatore intestinale e ricostituente.

Insomma, tanti tipi di miele per ogni uso.

Ricette con il miele

Dolce di banane e miele
Frittelle alla banana e datteri con miele di acacia e cocco
Cestino al miele con pesche marinate al prosecco
Insalata di cipolle, fichi e caprino al miele con bresaola
Tortino al formaggio con noci e miele
Piramide di zucca al vapore con cavolino di bruxelles al miele di castagne
Calamari arrosto con aceto e miele
Budino al miele d’acacia

Proprietà del miele: le mille virtù ultima modifica: 2009-09-21T15:30:46+00:00 da