alice lifestyle leonardo marcopolo

I fagioli non sono tutti uguali: sono da scartare quelli con la buccia dura – come diceva l’Artusi “sono ventosi” – e privilegiare quelle varietà locali “senza buccia” digeribili, deliziose, non “ventose”:
Ogni area del territorio italiano è in grado di esprimere delle eccellenze, in questo senso: dai fagioli Lamon (Veneto) ai Pigna-Badalucco (Liguria) agli schiaccioni, Sorana, Coco (Toscana), solco dritto e cannellini (Lazio), Controne (Campania) e  Sarconi (Basilicata). 

I fagioli sono un cibo sano, ricco di nutrienti ed economico,  alla base di tantissime ricette ottime e facili da preparare. Ricordo che i contadini mangiavano legumi 4 o 5 volte a settimana. Vedi caso lo stesso numero di volte che i nutrizionisti delle università degli USA prescrivono da 6 o 7 anni, dopo che le malattie dell’abbondanza – cancro al colon – colpivano in modo preoccupante gli americani (per l’eccessivo consumo di carne rossa)  e il cibo spazzatura e le bibite gassate delle varie catene di fast food avevano fatto raddoppiare il peso di una grossa parte della popolazione: guardate i vecchi film in bianco e nero e i film o documentari di oggi e vedrete la differenza! Belli, asciutti, longilinei ieri, grassi e obesi oggi.

Senza contare che mangiando legumi si riduce l’uso dei fertilizzanti chimici inquinanti, perché i legumi usati nella rotazione agraria fissano al terreno l’azoto atmosferico. Anche l’ONU e il Papa hanno parlato della necessità di tornare alle vecchie pratiche agrarie, in particolare alla rotazione delle culture, per salvaguardare la terra: cereali, rape, erba medica, legumi. Una spesa intelligente può orientare la produzione agricola e ridurre l’inquinamento: meno carne rossa e più legumi e cereali. Cioè più salute, più benessere, meno inquinamento.

Scopri come preparare “Fagioli e salsicce” con la ricetta di Paolo Tizzanini, cliccando qui

Legumi – Dove trovare quelli “doc”?

Di seguito mi permetto di suggerirvi alcuni indirizzi presso i quali trovare dei legumi che siano veramente degli di questo nome:

– Cece rosa del Chianti
Cosimo Tassini – via Vallelunga 5, Pergine Valdarno (AR) tel. 0575 896347

– Cece di Cicerale
Cooperativa Cilento – Cicerale (SA) tel. 0974 834022/834700

– Fagiolina del Trasimeno
Mazzeschi – località Petrignano, Castiglion del lago (PG) tel. 3382272877
Enzo Sanchini – via Etruria 13, Porto, Castiglion del Lago (PG) tel. 075 956239 -3392656146
– Fagioli di Controne
Michele Ferrante – via degli Orti 2, Controne (SA) tel. 0828 772122

– Fagiolo di Sarconi
Azienda Agrituristica Fagiolo d’Oro – contrada Cava, Sarconi (PZ) tel. 0975 66400

– Fagiolo di Sorana
Associazione Piccoli Produttori il Ghiareto, responsabile Mauro Carreri – via del Pozzo, località Sorana, Pescia (PT)

I fagioli secondo Bigazzi ultima modifica: 2013-03-19T14:54:39+00:00 da