alice lifestyle leonardo marcopolo

Cos’è il latticello (buttermilk)?

Se vi è capitato di imbattervi in ricette americane, magari per la preparazione di dolci, avrete probabilmente imbattuti in un ingrediente chiamato buttermilk (in italiano spesso tradotto con “latticello”).

Di cosa si tratta? Dove si può acquistare? Si può preparare in casa?
Il latticello, che si trova molto facilmente nei supermercati americani (ma non qui da noi), è un sottoprodotto della produzione del burro, molto utilizzato nella cucina americana.

Il latticello ha una consistenza leggermente melo liquida del latte comune, ma ha un sapore acidulo. Viene utilizzato generalmente negli impasti di torte e lievitati, ai quali conferisce maggiore sofficità e una leggera nota aspra.

Uno degli esempi più classici di utilizzo del latticello (al posto del latte) è nella preparazione dei pancakes, le frittelle che in America si consumano generalmente a colazione, con il miele o lo sciroppo d’acero./p>

Pancakes con sciroppo d'acero

La classica colazione all’americana non può prescindere dai pancake con miele o sciroppo d’acero

Dove si trova in commercio il latticello?

Qui da noi in Italia il latticello già pronto e confezionato non è facilmente reperibile come negli USA. Lo possiamo trovare in alcune gastronomie specializzate in prodotti di provenienza estera o in ipermercati molto forniti.

Tuttavia, realizzare in casa il latticello non è affatto complicato, per cui possiamo tranquillamente procedere autonomamente.

Come si fa il latticello?

Per fare in casa il latticello occorre un solo ingrediente: la panna fresca.

Come detto all’inizio, il latticello nasce come sottoprodotto della produzione del burro, In sostanza bisogna fare in modo che la parte grassa della panna (con la quale si produce il burro) si separi da quella liquida: quest’ultima, una volta filtrata, sarà già il latticello.

Per ottenere il latticello, non bisogna far altro che versare la panna in una ciotola capiente raffreddata in frigo e iniziare a montarla con una frusta elettrico.
Trascorsi circa cinque minuti la panna sarà montata, ma bisognerà continuare a lavorarla fino a far dividere la parte grassa dalla sostanza acquosa.

A quel punto basterà pressar ela parte grassa, raccogliere in una ciotola la parte liquida e filtrarla (con una garza o un colino a maglie strette). Il latticello è pronto.

Come si può sostituire il latticello?

Si può anche ottenere il modo semplice un “surrogato” del latticello, ugualmente adatto per l’utilizzo in cucina.

Trattandosi in sostanza di latte fermentato, il latticello si può ottenere mescolando il latte scremato con il succo di limone (in proporzione, per 125 ml di latte serviranno 8 ml di succo di limone) e lasciando riposare a temperatura ambiente per 20 minuti oppure.

In alternativa potete mescolare latte scremato e yogurt magro in parti uguali e aggiungere un po’ di succo di limone, lasciando sempre riposare per una decina di minuti prima di utilizzarlo, per dare il tempo al latte di fermentare.

Cosa si può preparare con il latticello?

Una ricetta, presente su questo sito, per la quale è previsto l’impiego del latticello è il ciambellone di Michelle Obama, uno dei cavalli di battaglia della first lady americana (pare che il presidente ne sia ghiotto). Potete trovare la ricetta cliccando qui.

Come fare il latticello (buttermilk) ultima modifica: 2015-02-04T11:58:10+00:00 da