alice lifestyle leonardo marcopolo

Vi piacerebbe imparare a candire la frutta in casa? La canditura della frutta in pasticceria è molto utilizzata per le decorazioni di torte, muffin o dolcetti vari. La frutta viene lavorata, ricoperta di zucchero e, a seconda delle esigenze, tagliata in piccoli pezzetti.

È possibile candire la polpa e la buccia di frutti a polpa dura, come ad esempio arance, cedri, limoni e agrumi in generale. Ma non si esclude la canditura anche di frutti come ciliegie, albicocche, prugne, pere, pesche, melone o zucca. Per quanto riguarda lo zenzero, vengono candite addirittura le radici.

Proviamo a seguire due tecniche diverse di canditura della frutta: la prima è la più veloce e può essere preparata in breve tempo; mentre il secondo metodo che utilizzeremo per candire la frutta è quello più tradizionale, per il quale impiegheremo qualche minuto in più.

Come fare la canditura veloce

foto Frutta candita

Ingredienti per la frutta candita

  • Agrumi misti: 500 g
  • Zucchero: 100 g

Preparazione della frutta candita

Scegliete degli agrumi selezionati e non trattati di agricoltura biologica e andate a lavarli. Mettete a bollire in un tegamino 2 dl di acqua con lo zucchero e lasciate sul fornello per due minuti. In una ciotola sistemate le scorze di agrumi dopo averle incise e tagliateli in fettine sottilissime, e coprite il tutto con lo sciroppo caldo.

Lasciate in macerazione per almeno 6 ore. Terminata la macerazione, scolate le scorze e le fettine su di un telo pulito e utilizzatele per decorazioni o farciture. La candidatura veloce preserva la frutta per qualche giorno in frigorifero. Se, invece, puntate ad una conservazione dei canditi più lunga, potete procedere con la canditura tradizionale.

Come fare la canditura tradizionale

foto Frutta candita

La canditura tradizionale è utile solamente per le scorze e per renderle più conservabili. Possono essere conservate in luogo fresco e asciutto, nel loro sciroppo di zucchero, oppure anche scolate e chiuse in vasi di vetro.

Ingredienti per la frutta candita

  • Agrumi misti: 10
  • Zucchero: 150 g

Preparazione della frutta candita

Incidete le scorze degli agrumi nelle forme e nella grandezza che preferite. Bollite le scorze in abbondante acqua fino a ricoprirle del tutto. Una volta raggiunta l’ebollizione scolatele e ripetete l’operazione per altre 2 volte, così da eliminare impurità e tracce di amaro. Una volta terminata l’operazione di pulizia, mettete le bucce nel tegame in un quarto di litro d’acqua e aggiungete lo zucchero.

Portate ad ebollizione e cuocete per una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto. A cottura ultimata, le bucce dovranno essere quasi trasparenti e il liquido dovrà evaporare quasi del tutto. Scolate le bucce su di una griglia, ma fate ben attenzione a separarle.

foto Frutta candita

L’idea in più potrebbe essere di decorare la frutta candita con una colata di cioccolato fondente. Una vera delizia per grandi e piccini.

Come fare la canditura della frutta ultima modifica: 2015-03-04T14:57:35+00:00 da