Category Archives: Conserve

Piselli con la pancetta!

Piselli con la pancetta: il contorno ideale, ad esempio, per il polpettone di carne

Ecco dei favolosi piselli con pancetta che nonna Adriana insegna a preparare al suo “nipotino” Adriano (all’interno del programma TV “Nonna & io”)! 
Per 6 persone vi serviranno i seguenti ingredienti:
1 kg di piselli (freschi o surgelati)
100 g di pancetta affumicata
2 cipollotti freschi
1/2 bicchiere di vino bianco
1/2 bicchiere di olio evo
1 cucchiaio di zucchero
sale e pepe

Preparazione
In un tegame antiaderente fate rosolare con mezzo bicchiere di olio la pancetta tagliata a fettine sottili.
Aggiungete i cipollotti tagliati finemente e lasciate brasare a fuoco lento.
Salate, pepate, unite lo zucchero e bagnate con il vino

Quando il vino sarà sfumato versate 2 bicchieri di acqua calda e portate tutto a bollore quindi aggiungete i piselli, mescolate bene e fate cuocere con coperchio e a fuoco basso.
Consiglio/segreto della nonna: per rendere la buccia dei piselli morbida, aggiungere un pizzico di zucchero durante la cottura.

Ricette con le pesche – Le conserve

Tra le ricette con le pesche, le conserve occupano certamente un posto d’onore. La possibilità di fermare nel tempo la freschezza, il profumo e il gusto dei frutti, colti nella giusta stagione nella quale maturano spontaneamente, non ha prezzo.
Con le pesche si può davvero sbizzarrire, spaziando dalle classiche pesche sciroppate alle confetture di pesche, dalle gelatine ai liquori fatti in casa. Ce n’è davvero per tutti i gusti.
Il consiglio è sempre quello di scegliere pesche “a km 0”, ovvero che non abbiano viaggiato troppo per raggiungere il luogo in cui le acquistiamo. A seconda poi della ricetta che abbiamo deciso di realizzare, sarà opportuno scegliere frutti più o meno maturi, orientandosi verso una varietà di pesca o l’altra.
Dalle nostre parti, per fortuna, possiamo scegliere fra diverse varietà: a buccia liscia (pesche noci o “nettarine”) o vellutata (percoche), a polpa bianca  o a polpa gialla.

Scopri qui quali pesche scegliere e quando è bene acquistarle

Per la ricetta delle pesche sciroppate ci siamo rivolti all’esperta Imma Gargiulo, che ci ha consigliato di scegliere le percoche, pesche dalla polpa gialla, soda e profumata, ideali per questo tipo di preparazione. Se preferite le pesche a polpa bianca, più sode e dolci, dovrete semplicemente porre maggiore attenzione ai tempi di cottura. A seconda della varietà scelta (oltre che delle dimensioni dei frutti e dal loro grado di maturazione), la cottura potrebbe richiedere tempi più o meno lunghi. Controllate di tanto in tanto le pesche in cottura con una forchetta e spegnete il fuoco quando avranno raggiunto la consistenza che preferite.

 Clicca qui per la ricetta delle pesche sciroppate di Imma Gargiulo 

In questa e nelle altre ricette di conserve non vengono fornite indicazioni sulle misure dei vasetti da utilizzare, ma sulla quantità di prodotto finale che otterrete. A voi libertà di scegliere il tipo di contenitore preferito. Ecco alcune cose da ricordare:
• utilizzate i barattoli e i vasetti graduati, in grammi o in millilitri;
• utilizzate coperchi e guarnizioni in gomma nuove, per evitare una cattiva conservazione;
• una volta aperti la conservazione è più difficile, tenetelo presente quando usate barattoli di grande capacità;
• preferite vasetti con apertura larga per preparazioni che contengono pezzi interi.

La regola vale anche per la classica confettura di pesche. Ricordiamoci sempre che, onde evitare rischi per la salute, sia i barattoli che i coperchi devono essere preventivamente sterilizzati.
Per preparare in casa una marmellata o una confettura, impiegherete almeno un paio d’ore (tempo al quale va sommato quello per la macerazione della frutta, se lo riterrete necessario).
Quanto zucchero occorre utilizzare, in proporzione alla frutta? Il quantitativo è relativo, non esiste un rapporto fisso, molto dipende dalla frutta che avete a disposizione.

Come fare in casa la confettura di pesche

Per la confettura di pesche avrete bisogno di:

1 kg di pesche bianche
1 kg di zucchero di canna

  • Lavate e asciugate le pesche. Tagliatele a metà, eliminate il nocciolo e passatele al passaverdura. Raccogliete la polpa in una ciotola e aggiungete lo zucchero.
  • Trasferite tutto in una casseruola, mescolando con un cucchiaio di legno e schiumando ogni tanto. Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per una ventina di minuti. Trascorso il tempo, fate la prova del piattino freddo.
  • Quando la confettura è pronta, trasferitela calda nei vasetti di vetro sterilizzati e asciugati. Chiudeteli ermeticamente, capovolgeteli e lasciateli raffreddare a temperatura ambiente (girandoli un’altra volta nell’arco di questo tempo). Dopodiché etichettateli e riponeteli in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce.

Se volete dare alla vostra confettura di pesche un tocco in più,  aggiungete  alla polpa delle pesche 2-3 fiori di lavanda racchiusi in un sacchetto di garza e lasciate riposare per circa 1 ora. Prima di passare alla cottura, eliminate il sacchetto con la lavanda.